Home | TRADING | STRATEGIE | Strategie opzioni binarie: il momento ottimale
Strategie opzioni binarie - il momento ottimale

Strategie opzioni binarie: il momento ottimale

Una delle capacità più importanti di un trader di successo è quella di sapere scegliere il momento in cui eseguire una operazione. Nel caso delle opzioni binarie, essendo l’attività di trading strettamente legata al movimento e alla volatilità del prezzo dell’attività sottostante l’opzione put o l’opzione call che si va ad acquistare, la scelta dei tempi si rivela critica – è infatti più facile trarre profitti da un mercato dal movimento marcato piuttosto che da un mercato statico. E’ possibile riconoscere le condizioni di mercato più indicate a un trading di successo attraverso:

  1. Il movimento del prezzo dell’arrività sottostante l’opzione binaria: più forte è il movimento del prezzo – meglio ancora se estremo – più probabile è che tale movimento si manterrà nel breve termine. Un movimento di prezzo del 30% (in giornata, ma anche nel passaggio dalla chiusura della borsa del giorno prima e l’apertura del giorno seguente) al rialzo o al ribasso (il che comporterà la scelta di un’opzione call o di un’opzione put, rispettivamente) è un buon indicatore che comprare un’opzione potrebbe essere una buona idea.
  2. Il volume degli scambi del titolo sottostante è al di sopra dei 300.000 scambi: è importante accertarsi che il volume di scambi sia elevato onde evitare il rischio che il prezzo del titolo sia “manipolato”. Quando gli scambi non hanno tasso di scambio sufficiente, infatti, è possibile per le grandi istituzioni finanziarie guidarne l’andamento a piacimento (teorie della cospirazione a parte, stiamo parlando di un fenomeno noto). Ecco che allora l’andamento del prezzo – che è la variabile che determina il successo dell’operazione con l’opzione – diviene imprevedibile.
  3. Seguendo le notizie e gli eventi che determinano i movimenti di prezzo dell’attività sottostante: parte dello sforzo legato all’analisi fondamentale delle opzioni binarie, la disponibilità di informazioni del genere permette di trarre delle conclusioni sulla durata del movimento di prezzo che abbiamo constatato e che ci ha convinto a operare – avendo delle ovvie ripercussioni sulle nostre scelte di trading. Seppur sgradevole, dobbiamo sottolineare che le notizie o gli eventi che impattano negativamente l’andamento del prezzo sono preferibili a quelle positive, poichè il mercato è più veloce nell’assorbire e reagire a tali notizie; pertanto, le nostre previsioni nel breve termine diventano più semplici ed efficaci da fare.

E’ evidente che non tutte queste condizioni si verificano insieme ogni giorno. Questo non significa che in assenza di queste premesse bisogna astenersi dal fare operazioni di trading, poichè di strategie ce ne sono molte altre e sono funzionali ad altri scopi; tenere a mente questi fattori, però, ci permette di sapere quando è senz’altro un buon momento per effettuare un’operazione.