Home | GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE | LEGISLAZIONE | Legislazione Opzioni Binarie: cos’è il MiFID
Legislazione Opzioni Binarie - il MiFID

Legislazione Opzioni Binarie: cos’è il MiFID

Il MiFID (Markets in Financial Instruments Directive – Direttiva sui mercati di strumenti finanziari) è una direttiva europea (del Parlamento e Consiglio Europei, anno 2004, numero 2004/39/CE) il cui scopo è delineare i principi generali che regolano i mercati finanziari all’interno degli Stati membri dell’Unione. Lo scopo è quello di creare un insieme di regole condivise che rendano competitivo ma al contempo trasparente il mercato in questione, omogeneizzando e rendendo univoche le regole che lo riguardano e allo stesso momento proteggendo gli investitori. A questa direttiva ne è seguita una più particolare e attuativa, la 2006/73/CE che è poi stata recepita, insieme al MiFID, dalla CONSOB nel 2007 con il Decreto legislativo n. 164/2007. E’ pertanto vincolante anche nel nostro Paese, come lo è in tutti gli altri stati europei.

Per quanto riguarda i Clienti delle Società di Investimento regolate dal MiFID, la loro tutela è garantita sotto diversi punti di vista. Dal momento che queste regole verranno recepite anche dai broker di opzioni binarie, per i quali è stato avviato il processo di regolamentazione, vediamo le garanzie previste per i trader di opzioni binarie che si rivolgeranno (una volta completata la regolarizzazione) a un broker dotato di licenza:

Legislazione Opzioni Binarie: gli obblighi informativi

I broker di opzioni binarie dotati di licenza dovranno comunicare a tutti i loro clienti:

  • Eventuali conflitti di interesse;
  • Commissioni pagate a terzi;
  • Una spiegazione e descrizione adeguata degli strumenti finanziari offerti;
  • La execution policy – politica di esecuzione degli ordini;
  • Informazioni riguardanti le perdite;
  • Le politiche e le misure adottate per la protezione del Cliente;
  • La valutazione degli strumenti di portafoglio del Cliente;
  • I costi legati ai servizi offerti.

Legislazione opzioni binarie: la Compliance

In termini più generali la normativa mira a far sì che i Clienti delle Società di Investimento siano protetti e facilitati da un contesto operativo trasparente, non fuorviante e che sia permesso loro di operare avendo ben chiari i rischi ed i vantaggi relativi agli strumenti finanziari offerti. In tal senso è prevista, all’interno di ogni Società di Investimento (in questo caso il broker di opzioni binarie), la presenza di una funzione dedita alla compliance (ossia all’adempimento delle regole) che supervisioni e sia responsabile per tutto ciò che riguarda la trasparenza e la correttezza della Società in cui lavora, controllando che all’interno dell’intera Società vengano rispettate le norme viste prima. Per poter svolgere il suo compito tale funzione (e chi ci lavora) deve essere indipendente e avere a disposizione tutte le risorse e strutture necessarie a svolgere adeguatamente le sue mansioni: deve infine poter accedere a tutte le attività del broker. Tra le sue responsabilità v’è anche quella di tenere copia o registrazione di tutte le transazioni ed attività svolte dal broker, nonchè delle sue comunicazioni interne.

I broker che in questo momento operano nel settore del Forex Online sono tutti regolati dal MiFID; dopo un periodo di vuoto legislativo (esattamente come accaduto per le opzioni binarie), una volta che l’Unione Europea ha stabilito le regole per l’operatività nel settore finanziario sono corsi ad ottenere l’autorizzazione. La maggior parte lo ha fatto a Cipro, dove la Cysec (e, va detto, gli avvocati e le banche) sono stati estremamente veloci nell’adottare e attrezzarsi per rendere operativo il MiFID; lo stesso sta accadendo ora con i broker di opzioni binarie.

 

Potrebbero interessare anche i seguenti articoli correlati: