Home | GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE | Le opzioni binarie: un successo o una bolla fallimentare?
Le opzioni binarie: successo annunciato o bolla fallimentare?

Le opzioni binarie: un successo o una bolla fallimentare?

Nonostante il panorama finanziario online in Italia stia cominciando ad affollarsi di broker di opzioni binarie, dal punto di vista della popolarità di questo strumento il livello nel nostro Paese è ancora molto basso. Questo per diversi motivi:

  • Mancanza di informazioni sulle opzioni binarie: Moltissimi trader ancora non ne hanno sentito parlare o non hanno ancora trovato una fonte di informazioni chiara abbastanza a spiegarle per bene. I broker, anche se cominciano a fare pubblicità online su molti siti collegati al mondo dell’investimento online e a far conoscere i propri marchi, non si sono ancora lanciati in vere e proprie campagne per la promozione del prodotto in sè, col risultato che a essere familiari con le opzioni binarie sono ancora in pochi.
  • La predominanza del mercato Forex: in tutto il mondo, sicuramente in Europa, a farla da padrone nel mondo dell’investimento online è il Forex. Sono ormai anni che broker Forex affollano il mondo della finanza online, e il mercato è ormai maturo: conosciuto, con un sistema di supporto ben strutturato (usando un motore di ricerca e carichi di sana curiosità, è possibile scoprire tutto quello che c’è da sapere in poche ore, e la mera presenza di un numero così grande di risorse genera fiducia – magari anche inconsciamente –  nell’investitore potenziale), e regolato.
  • Lo snobismo dei trader: forse per un atteggiamento elitista che è un po’ tutto italiano, chi è già nel mondo della finanza online, e particolarmente aggiornato – quindi a conoscenza dell’esistenza delle opzioni binarie – ritiene le opzioni binarie un prodotto non maturo, e quindi non particolarmente interessante: meglio il forex, che è anche più complesso e quindi più difficile e quindi solo per pochi, che le opzioni binarie, che sono invece meno arzigogolate e in certe versioni sicuramente più semplici, perlomeno da comprendere.

A prima vista sembrerebbe quindi che le opzioni binarie siano destinate a rimanere nell’oscurità o al massimo ridursi a una semplice bolla estemporanea: si sbaglierebbe, però, a sottovalutarne il potenziale. Infatti:

  • Mancanza di informazioni sulle opzioni binarie: i broker di opzioni binarie – la maggiorparte dei quali non ha più di pochissimi anni di vita – stanno al momento usando un approccio marketing fondato sull’utilizzo di risorse limitate. Semplicemente al momento magari non hanno budget mastodontici come quelli dei loro cugini nel Forex: per questo fanno meno rumore. Ma costoro stanno avendo sempre più successo – magari non da noi per il momento, ma in Francia ad esempio, sì – e i loro budget sono destinati a crescere: a quel punto il rumore si farà più sostanzioso e le opzioni binarie diverrano molto più conosciute. Lo stesso è accaduto, circa dieci anni fa, per il Forex.
  • La predominanza del mercato Forex: a parte il discorso appena fatto riguardo alle differenze nei budget disponibili, c’è anche da dire che il numero esorbitante di siti disponibili in tutte le lingue che trattano l’argomento Forex è il frutto di una decina di anni di lavoro. Ai ritmi di crescita di internet e di tutto ciò che la riguarda 10 anni è un periodo di tempo larghissimo: probabilmente tra 10 anni sarà lo stesso per le opzioni binarie. Il numero di siti che vengono aperti sull’argomento, se ci si presta attenzione, è in crescita continua, anche oggi. Quanto all’aspetto regolamentativo: pochi sanno che per ben 5-6 anni il Forex è stato un mercato completamente privo di regolamentazione. Solo quando ha raggiunto una massa critica sufficiente perchè i legislatori si accorgessero del fenomeno (stiamo quindi parlando di una massa sostanziale, conoscendo il legislatore…), è arrivata anche la normativa a regolamentare il Forex (vedi ad esempio il MiFID). Nel periodo che è intercorso tra l’inizio delle operazioni e l’intervento legislativo si sono creati i leader di mercato, e sono scoppiati alcuni broker che invece avevano pessimamente gestito le loro operazioni; ma la macchina era avviata e come possiamo constatare oggi si è evoluta fino a trasformarsi in un titano da 3 miliardi di dollari. Alla luce di questi fatti, è chiaro quindi come le opzioni binarie stiano ripetendo, passo per passo, lo stesso percorso. Aggiornamento 2012: come previsto, è iniziato il processo di regolamentazione delle opzioni binarie, che includerà la copertura del MiFID, esattamente come per il Forex.
  • Lo snobismo dei trader: E’ il loro un atteggiamento che ricorda quello del mondo accademico italiano: i testi universitari sono scritti con un linguaggio volutamente ostico, quasi a voler convincere il lettore, con tale farraginosità, che l’argomento trattato deve essere per forza molto complesso e per “illuminati”. Si dimenticano, i professori, che lo scopo del testo universitario è l’insegnamento e la diffusione della conoscenza; l’utilizzo di tale linguaggio è quindi controproducente. Lo stesso si può dire degli investitori snob: lo scopo dell’investimento è il guadagno, e il contenimento dei rischi; la complicatezza delle operazioni non dovrebbe avere nulla a che fare con i criteri di scelta dello strumento utilizzato per fare il trading. Le opzioni binarie sono uno strumento valido, alla portata di quasi tutti, e con caratteristiche precise che le rendono interessanti come investimento: considerazioni fatte su piani diversi sono quasi elitaristiche.

Per questo, e per tanti altri motivi, noi abbiamo fiducia nel futuro delle opzioni binarie.

Check Also

Le opzioni binarie - introduzione per principianti

Introduzione alle opzioni binarie

Percorso introduttivo per principianti verso le opzioni binarie per comprendere questo nuovo, semplice, divertente e fruttuoso strumento finanziario.