Home | PERCORSO PRINCIPIANTI | A cosa servono le opzioni binarie
Le opzioni binarie - a cosa servono

A cosa servono le opzioni binarie

Una volta vista la natura dell’opzione binaria, e come avviene il suo utilizzo nel corso di un investimento finanziario eseguito tramite un’operazione binaria, andiamo a vedere i tipi di opzione binaria disponibili per il  trading: come abbiamo visto per ogni tipologia di previsione richiesta all’investitore esiste un’opzione binaria che la incarna. Analizzare i tipi di opzione binaria disponibili significa pertanto scoprire a cosa servono.

Esistono 3 tipi principali di opzione binaria:

  1. L’opzione binaria Alto/Basso: questo tipo di opzione binaria è la più semplice da usare, e incarna la previsione più intuitiva. Prendendo infatti il prezzo dell’attività sottostante al momento dell’acquisto dell’opzione come punto di riferimento, si effettua una previsione sul valore di tale prezzo al momento della scadenza: più alto o più basso rispetto al primo.
  2. L’opzione binaria Tocca o No: in questo caso invece la previsione riguarda il comportamento del prezzo dell’attività sottostante nell’arco di tempo che intercorre tra l’acquisto e la scadenza dell’opzione. La previsione, infatti, riguarda l’occorrenza di uno specifico evento nel corso di tale periodo: se un determinato prezzo (prestabilito, e chiaramente indicato dall’opzione quando si sceglie di acquistarla) verrà toccato dall’attività sottostante o no.  Qualora la previsione dell’investitore, al momento della scadenza, si rivelasse corretta (non importa quale sia il prezzo dell’attività sottostante al momento della scadenza: è sufficiente che il prezzo limite venga toccato almeno una volta nell’arco di tempo di riferimento tra acquisto e scadenza), l’operazione binaria si considera andata a buon fine e l’investitore guadagnerà i profitti associati all’operazione.
  3. L’opzione binaria Intervallo: in quest’ultimo caso la previsione invece riguarda – sempre usando come periodo di riferimento quello che intercorre tra l’acquisto dell’opzione binaria e la sua scadenza – i movimenti di prezzo  dell’attività sottostante: i prezzi di mercato infatti fluttuano costantemente nel tempo, al rialzo e al ribasso. La previsione incarnata dalle opzioni binarie Intervallo è che nonostante le fluttuazioni appena citate il prezzo  non uscirà mai da un intervallo determinato da due prezzi limite (entrambe chiaramente prestabiliti al momento dell’acquisto dell’opzione) oppure sì. Se la previsione si rivelerà corretta, come sempre, all’investitore  saranno riconosciuti i ritorni legati a questo tipo di operazione binaria.

 

Date queste tipologie di opzioni binarie, a seconda della previsione sulla quale si vuole investire si può utilizzare una opzione call, o una opzione put. La dicitura “call” e “put” cambia significato a seconda dell’opzione utilizzata – ed essendo i due scenari previsti da ogni opzione simmetricamente opposti tra loro come visto all’inizio di questo percorso, ovviamente il scenario incarnato dall’opzione call è quello simmetricamente opposto rispetto a quello incarnato dall’opzione put.

Ad esempio, nel caso delle opzioni binarie Alto/Basso, come abbiamo visto le previsioni riguardano l’andamento del prezzo alla scadenza dell’opzione rispetto al suo valore al momento dell’acquisto della stessa. Una opzione call binaria Alto/Basso, quindi, incarnerà lo scenario in cui il prezzo alla scadenza sarà più alto rispetto a quello della stessa al momento dell’acquisto; l’opposto per quanto riguarda l’opzione put binaria Alto/Basso. A seconda quindi della previsione che il trader deciderà di fare al momento dell’investimento, questi sceglierà di comprare un’opzione call binaria Alto/Basso (se ritiene che il prezzo dell’attività sottostante sarà più alto alla scadenza di quanto fosse al momento dell’acquisto) o una opzione put binaria Alto/Basso (nel caso contrario). Il discorso rimane identico per tutti gli altri tipi di opzione binaria visti in questo articolo.

 

Continua e vai a “Le opzioni binarie: come si fa il trading