ULTIME NOTIZIE
Home | TRADING | STRUMENTI | L’analisi fondamentale delle opzioni binarie
L’analisi fondamentale delle opzioni binarie

L’analisi fondamentale delle opzioni binarie

C’è una differenza chiave tra il trading delle opzioni binarie e quello che invece riguarda altre tipologie di strumenti finanziari: per eseguire delle operazioni di successo con le prime, tutto quello che bisogna essere in grado di prevedere è l’andamento del prezzo dell’attività sottostante. E’ una differenza sostanziale, questa, rispetto a quanto altro è disponibile per il trading sul mercato, e sicuramente rispetto a quello che è disponibile online. In questo senso c’è quasi da gioire, considerando che la rete stessa fornisce i mezzi per condurre l’analisi più importante per chi decide di darsi alle opzioni binarie: quella fondamentale.

Si intende, per analisi fondamentale, la ricerca di informazioni riguardanti una particolare attività sottante, si tratti di un titolo azionario, di un bene (commodity) o di una coppia di valute Forex. Lo scopo dell’analisi è riuscire ad acquisire una tale familiarità con l’argomento che si sta ricercando da poter immaginare con un buon margine di accuratezza ciò che accadra al prezzo ad esso collegato. Detto così sembra banale, eppure l’analisi fondamentale è considerata, con quella tecnica, una delle chiavi di successo di trader grandi e piccoli, incluse le più famose istituzioni. Per competere nel mercato azionario è ovviamente necessario poter aver accesso a fonti di informazioni sempre più approfondite e possibilmente esclusive – le cifre coinvolte nelle operazioni sono gigantesche, e gli errori a quel punto diventano costosi, soprattutto quando gli strumenti che si stanno utilizzando richiedono una certa precisione – ed infatti a tal fine sono nate decine di testate e servizi informativi (Bloomberg, il Sole 24 Ore, per dirne giusto due), i cui prezzi variano dai pochi euro per quelli più generalisti a migliaia di euro per quelli più approfonditi.

Tutto questo però nasce per minimizzare i rischi, e massimizzare i guadagni, di operazioni su strumenti che permettono il raggiungimento – perlomeno teorico – di illimitati guadagni e perdite. Notare bene: non c’è tetto a fermare le possibilità di arricchirsi, e non c’è limite a quanto ci si possa rovinare. Come abbiamo già visto non è questo il caso delle opzioni binarie: i rischi sono limitati e i guadagni prefissati, e la discriminante per il successo di un’operazione è soltanto l’accuratezza nell’aver previsto l’andamento del prezzo di una attività, o al massimo la previsione se toccherà certi valori (in un certo lasso di tempo, almeno una volta) oppure se le sue fluttuazioni si manterranno all’interno – o all’esterno – di un certo intervallo. (sull’argomento fare riferimento alle caratteristiche di un’opzione binaria)

Alla semplificazione della previsione richiesta corrisponde una semplificazione delle informazioni da ricercare; online, è possibile reperire facilmente informazioni più o meno sufficienti per farsi un’idea di come si muoveranno i prezzi di certe attività. Magari non ogni giorno, ma per fortuna nessuno ci costringe a tenere sott’occhio una sola azione o una sola commodity, e così via. Si può diversificare, ed è altamente consigliabile farlo. E’ uno sforzo, vero, ma uno sforzo che paga e che è, se si vuole ottenere un certo risultato, quasi imprescindibile.

Commenti chiusi.

Pubblicità
Scroll To Top