Home | NOTIZIE E OCCASIONI | ANALISI E SEGNALI DEL GIORNO | 10 Luglio 2012 – L’Europa a Bruxelles non convince ancora
Analisi

10 Luglio 2012 – L’Europa a Bruxelles non convince ancora

Analisi di mercato per il trading di opzioni binarie

10 Luglio 2012 – Non ha portato alcun beneficio, dal punto di vista delle quotazioni dell’EUR, l’avvio del meeting dei ministri delle finanze dei Paesi europei a Bruxelles: le tiepide dichiarazioni uscite – che perlomeno danno un orizzonte temporale per il recupero della Spagna, cui è stato prorogato il periodo di risanamento fino al 2014 (la condizione precedente vedeva il periodo di grazia dato dalla UE alla Spagna esaurirsi nel 2013) più un aiuto iniziale pari a 30 miliardi di Euro – hanno chiaramente mostrato che non si era ancora raggiunto un accordo su come proteggere i paesi in crisi di debito a raccogliere fondi. Il nodo della questione è legato ai tassi di interesse che al momento Italia e Spagna devono offrire sulle loro obbligazioni di stato per riuscire a collocarle sul mercato: la prima ha ultimamente promesso tassi che si aggirano intorno al 6.10%, mentre la seconda ha già ampiamente superato la soglia psicologica ed economica del 7%. Le proposte ruotano intorno a un intervento della BCE, o dei Paesi dell’Unione, mirato a ridurre attivamente tali tassi, permettendo ai Paesi – in questo momento i due elencati, ma in futuro non si può sapere chi altro ne farà utilizzo, specialmente nel caso di contagio – di respirare un po’.

 

Lo USD continua così a rimanere più forte dell’EUR; i dati rilasciati recentemente riguardo all’economia britannica ha permesso allo GBP di recuperare un po’ di terreno, essendo che questi hanno superato le aspettative. A continuare a preoccupare è la situazione cinese, invece, che pare aver raggiunto il capolinea per quanto concerne il suo periodo di crescita vertiginosa e costante. Il governo cinese è già intervenuto, e altri interventi sono prevedibili. Se a rallentare fosse anche questa (mega) economia, la preoccupazione di una nuova fase della recessione globale si fà sempre meno improbabile.

 

Le quotazioni delle maggiori commodity “direttamente” collegate alle economie mondiali, petrolio e oro (con l’argento a seguire) riflettono la perplessità e preoccupazione degli investitori nel mondo.

 

Segnali per il trading di Opzioni Binarie

 

ORA (GMT) VALUTA EVENTO ATTESA PRECEDENTE
09.30 GBP Produzione industriale -0.2% -0.4%
09.30 GBP Produzione manifatturiera 0.1% -0.8%
13.15 CAD Nuove residenze 205K 211.4K

 

Check Also

Analisi

30 Maggio 2012 – Analisi e segnali del giorno per le opzioni binarie

30 Maggio 2012 – La crisi della Spagna esplode sui mercati: ci si avvicina pericolosamente …